Storia

Un sogno che da Napoli approda nella Val di Comino

Amedeo Barbato, enologo napoletano, sogna da sempre di produrre il proprio vino. Nel 2015 questo sogno si realizza in Val di Comino

Napoli mi ha trasmesso vivacità e intraprendenza, valori che ho canalizzato nel mio nuovo progetto. Cercavo un posto un posto in cui natura e uomo dialogassero nel rispetto reciproco, un luogo incontaminato ed incantevole. Dopo tanto peregrinare mi sono imbattuto in questo luogo, un areale ad alta vocazione vitivinicola e tutto da scoprire: La Val di Comino.

Nel piccolo e suggestivo comune di Alvito, nel 2015, nasce Cantine Barbato, alle pendici delle imponenti montagne del Parco Nazionale di Lazio e Abruzzo che con la loro maestosità osservano pazienti e immobili il mutare degli eventi.

Nell’areale si coltivano soprattutto vigneti internazionali come l’imperante Cabernet Sauvignon e l’elegante Merlot con alcune incursioni di Syrah. Ad oggi, l’intera Valle sta riscoprendo alcuni vitigni autoctoni di grande interesse viticolo ed enologico come il Maturano, uva bianca dal grande potenziale che promette grandi risultati, o il Cesanese che trova in Val di Comino una storia abbandonata da tempo e oggi in fase di ripresa.

La mission aziendale è quella di rivolgere la massima attenzione ad un processo di vinificazione che esalti il territorio e il suo legame di appartenenza con l’uva, capace di esaltarne le caratteristiche peculiari. In cantina le operazioni sono tutte manuali ed effettuate nel rispetto assoluto di una materia prima di altissimo livello enologico. Il continuo e amorevole controllo delle uve in vigna insieme ai viticoltori, il controllo delle fasi fermentative prima e dell’affinamento, poi, trasmettono in bottiglia la genuinità e la trasparenza di Amedeo, valori che sono il fondamento del progetto aziendale.

Cantine Barbato nasce per dare voce a un territorio ancora sconosciuto ma dal grande potenziale eno-turistico che sta già esplodendo con la nascita di alberghi e ristoranti di alta gamma. In risposta a questa sferzata in termini di crescita, Cantine Barbato presenta il suo primo vino, nel quale coniuga passato e futuro in un presente in continua evoluzione.
CRESCENDO 2015 è il vino di casa Barbato, un blend di Cabernet Sauvignon e Cesanese. Il Cabernet rappresenta il territorio: il vitigno tradizionalmente coltivato in Val di Comino, mentre il secondo raffigura l’augurio per un radioso futuro, di ripresa per la coltivazione in zona di questo fantastico vitigno autoctono.

Tra Cabernet Sauvignon e Cesanese è stato amore a prima vista, un immediato feeling fatto di complementarietà. L’opulenza del frutto del Cabernet viene addolcito dall’eleganza floreale del Cesanese, mentre la spalla tannica e l’assoluta robustezza del Cabernet viene ingentilita dal Cesanese generando  equilibrio e piacevolezza alla beva.

Il Crescendo 2015 è un vino che gioca con i sensi evolvendo nel bicchiere e continuando a raccontare la storia di un territorio che vuole essere conosciuto per la sua naturale piacevolezza. Sentori di frutto carico e succulento si miscelano elegantemente ad un delicato letto di profumi floreali. Il naso è accattivato da sentori più evoluti, un crescendo di spezie e tabacco provenienti da un breve ed equilibrato affinamento in piccole botti di rovere. Al momento della beva, l’equilibrio gusto-olfattivo vuole trasmette eleganza, elemento che Amedeo Barbato ha voluto trasferire nella sua prima bottiglia. Il tannino presente ed austero è in continua evoluzione, che regalerà grandi sorprese nella sua evoluzione in bottiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *